Il bagno è quella zona della casa che vorremmo fosse sempre in ordine, non solo per una questione igienica, ma anche e soprattutto perché il bagno corrisponde ad un luogo di relax e benessere. Per questi motivi la nostra più grande missione è fare del bagno un luogo pulito, igienizzato e profumato per i membri della propria famiglia e anche e sopratutto per gli ospiti.

Ogni giorno siamo bombardati da pubblicità nelle quali ci mostrano bagni che splendono, sanitari bianchi perfetti e box doccia senza nemmeno una goccia: è utopia. Capiamoci, il bagno può arrivare a risplendere ma sappiamo benissimo che con l’uso che se ne fa, la pulizia perfetta può durare al massimo qualche ora.

Il nostro obiettivo di oggi perciò non è spiegarvi come rendere il vostro bagno un ambiente da showroom, bensì come tenerlo pulito ed igienizzato in modo più duraturo possibile senza spendere troppo tempo e fatica. Seguiteci perciò pari passo lungo questo viaggio ricco di consigli per la pulizia del vostro bagno.

Partiamo con la pulizia dei sanitari: la doccia, il lavandino ed il bidè hanno tutti lo stesso problema che li affligge, e si chiama calcare. Stando sempre a contatto con l’acqua sono le prime zone che di fatto perdono la brillantezza per lasciare posto alla patina bianca propria del calcare. In questo caso, per far risplendere nuovamente i sanitari potete usare dei detersivi anticalcare (o del sapone di marsiglia unito all’alcol) oppure, se preferite qualcosa di più green, potete usare dei metodi naturali: ancora una volta aceto bianco, bicarbonato e succo di limone si rivelano degli alleati eccezionali per combattere ogni tipologia di sporco senza usare detersivi invasivi. Aiutandovi con una spugna abrasiva, strofinate delicatamente e lasciate agire per qualche minuto: dopo che lo sporco ed il calcare si saranno sciolti, risciacquate con acqua calda. Il consiglio è di non lasciare mai le superfici bagnate perciò una volta che avete tolto tutto lo sporco, asciugate lavandino, doccia e bidè con un panno in microfibra: con la sua delicatezza e le sue proprietà di assorbimento, le vostre superfici torneranno a splendere.

Per quanto riguarda la doccia, tuttavia è necessario affrontare la questione in base alla tipologia: se il vostro bagno è provvisto di vasca, il modus operandi non cambia, ma se invece siete degli amanti del box doccia, abbiamo qualche altro consiglio da darvi.

Il box doccia è una grande invenzione in quanto consente di lavarsi senza per forza creare un lago in tutto il bagno: ma come ogni cosa positiva, ha anche il rovescio della medaglia. Piastrelle verticali e vetro che caratterizzano il box sono le superfici più difficili da tenere pulite e splendenti. Grazie al nuovo lavapavimenti Nheat però, nemmeno quelle saranno più un problema! Il peggior nemico delle piastrelle in bagno è la condensa creata dall’acqua calda che si intrufola tra le fughe andando a creare uno strato di sporco che è difficile da rimuovere. Grazie a Nheat ora è possibile: maneggevole e leggero, Nheat è ottimo anche per pulire le superfici verticali, e grazie alla potenza del calore (ricordiamo che Nheat scalda l’acqua fino ad una temperatura di 120°C) sarà un ottimo alleato per lasciare il box doccia sempre pulito, anche dopo delle lunghissime e rilassanti docce calde. Se anche il resto del vostro bagno è coperto verticalmente da piastrelle e/o marmo, ancora una volta la risposta sarà Nheat e la potenza del calore (avendo il manico composto da più pezzi, è possibile diminuirne la lunghezza così da rendere il lavapavimenti più leggero e maneggevole ed adatto ad essere usato verticalmente).

Il secondo problema del box doccia è il vetro: diciamocelo, resta pulito ed immacolato solo dopo averlo pulito, ma alla prima doccia, si sporca nuovamente. Con Nheat è possibile lavare anche i vetri: il panno riscaldato è in grado di sciogliere lo sporco dovuto dal calcare e lasciare il vostro vetro pulito e splendente. Se volete un risultato ottimo, potete aggiungere nel serbatoio qualche goccia detersivo adatto alla pulizia dei vetri. Il vostro box doccia con Nheat sarà sempre pulito ed igienizzato.

Stesso discorso fatto per lavandino e bidè vale anche per il WC, con l’eccezione che in questo caso è necessario aggiungere dei prodotti specifici da usare contro i batteri che si accumulano all’interno del gabinetto.

Passiamo ora ai pavimenti. Come vi abbiamo ormai ripetuto milioni di volte, il primo passo è sempre quello di eliminare lo sporco solido: prima di lavare il pavimento vi consigliamo di passare l’aspirapolvere o, se non è tanto sporco, il nostro Nheat con il panno acchiappa polvere. Così facendo eliminerete polvere, capelli e peli dal vostro bagno.

Come spesso accade nei luoghi che restano bagnati, anche in bagno è possibile che negli angoli si formi un po’ di muffa: un rimedio naturale e veloce contro questa tipologia di sporco è il sale fino. Aggiungendo qualche manciata ad un litro d’acqua calda avrete un antimuffa naturale per pavimenti e superfici verticali.

Arrivati all’ultimo step, non resta che aggiungere l’acqua a Nheat, qualche goccia di olio essenziale, attaccare la spina alla corrente ed aspettare qualche minuto. Quando la luce diventerà blu, il vostro Nheat sarà pronto per lavare i pavimenti: che siano di legno, marmo o piastrelle, il risultato sarà il medesimo. Nheat pulisce ed igienizza con la forza del calore qualsiasi superficie, eliminando lo sporco (anche quello più ostinato) e lasciando il pavimento in ottime condizioni.

Grazie alla sua tecnologia infatti, Nheat è in grado di bagnare il panno in microfibra con la giusta quantità d’acqua che rende possibile lavare i pavimenti senza bagnarli troppo. In pochi minuti il vostro pavimenti non solo sarà pulito, ma sarà anche asciutto.

Tutto questo grazie a Nheat, grazie alla potenza del calore!